.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

20 giugno 2009

nulla..

..
sorseggio parole come se avessero sostanza..
..
ma in mezzo ai fondi di caffè smetto di guardare..
di leggere..
di interpretare..
..
ubriachezza di vita?..
non oltre, attendo..
me la faccio passare..
..
occorre saper cogliere il momento..
..
dopo, non sento davvero più nulla..
nulla..
davvero..
nulla, dopo..
..
non fosse che non c’è posto nemmeno per l’ultimo dei desideri, ci sarebbe quasi da rimpiangere anche solo la più banale delle emicranie..
..
ma, veramente, altro spazio non ce n'è..
..
tutto è passato..
..
tutto..
..
passato nascosto in mezzo ai fondi di parole..
scritte..
e pensate..
e pronunciate..
e bevute..
proprio come se avessero avuto vera sostanza..


(e io?..)
io ho forse solo smesso di voler capire..

2 commenti:

  1. no, non hai smesso di capire...stai solo riposando..ogni tanto dobbiamo staccarci anche dalla ragione...un bacio

    RispondiElimina
  2. sì.. dev'essere così.. sto riposando.. e, ti dirò.. non è poi così male.. un bacio a te.. m.

    RispondiElimina