.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

21 luglio 2009

stop..

..
smettere d’attendere..
sembra sia questo il segreto..
smettere di guardare attraverso il vetro dei minuti per sperare di vederci passar davanti un treno che vola..
e comunque è davvero molto più interessante andare a piedi..
perché così si arriva fin dove le nostre gambe erano destinate a portarci..
e il bello è che, anche in questo modo, dentro una lentezza che sa di polvere smossa e sudore, di graffi e cadute, ci si può veder scorrere tutto un ambaradan di universi veloci..
dopo non lo sai più..
se sei ferma mentre stai sopra la giostra e ti sembra di girare..
o mentre cammini e passando la guardi e ti sembra d’esser ferma..
ma dopo anche se non lo sai non importa..
perché hai smesso d’aspettare di muoverti se sei ferma e di fermarti se ti muovi..
smettere d’attendere..
un treno che vola..
(sembra sia questo il segreto..)

certi asini volano..
(di solito proprio mentre aspettano un treno..)

i treni no..
nessun treno lo fa..
di volare, dico..
io, per ora, finchè posso,
se proprio devo muovermi,
vado a piedi..

a volte, però, ho scoperto, nemmeno star ferma è poi così male..
basta farlo per farlo e non in funzione d’un atteso movimento..

(sembra sia questo il segreto..)

il segreto del segreto invece sembra sia il dimenticarsi che ci sia..
un segreto..
(ah.. far finta non vale..)

2 commenti: