.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

19 agosto 2009

fili..

..
e affondo..
ma sul serio..
mi risucchia dentro sé, questo mio me, quando troppo a lungo smetto d’ascoltarlo..
è come un vuoto che affondandomi, addosso mi s’affondi..
come una specie di paura..
che forse è poi solo conseguenza..
non volo, ma cado, quelle volte..
e come se mi trovassi nel mezzo di uno spazio che nulla ha d’umano..
non un tavolo - riesco a scorgere - o un lavandino, o.. - che so? -.. una lampada (magari blu..)
niente di così banale come uno scalino..
né una di quelle tele di ragno che tanto m’ero data pena di rimuovere..
ecco..
in quei ‘quando’ lì basterebbe anche solo lo zampettare d’un minimo insettucolo.. (spesso l'ho creduto, almeno..) a farmi capire che sono ancora qua.. e non in gravitazionali viaggi persa, o dentro un qualche spazio che non è neppure più mio, pur essendo, tutto quanto, racchiuso dentro la sola e unica scatola cranica che possiedo..
alle volte penso..

(forse se avessi un filo smetterei di perdermi..)

3 commenti:

  1. E' comescavare nei ricordi seppur recenti...leggere di quel ragnetto sul soffito...di quella lampada blu...di quel filo d'erba...come un sommario di te e dei tuoi pensieri...ed io li ho letti quasi tutti e mi sento fortunata...s&a******

    RispondiElimina
  2. f : ¤

    a : una delle cose più belle che mi abbiano mai detto.. fortunata io a essere stata letta da te.. s&a*****

    RispondiElimina