.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

31 agosto 2009

(in)differenze..

..
strana, distante, insensibile..
m’anestetizzo di parole..
in quelle mi cullo e di quelle mi copro..
ma se aspre si rivelano, non c’è dolore..
non gioia, in una reale o immaginaria dolcezza..
uso l’idea come il vento fa con le direzioni..
oggi nulla sembra vero, nemmeno quest’anima che fino a ieri mi cantava..
oggi sono nube, e cambio forma..
sono pietra, e non mi sposto..
m’allungo sulla piatta linea d’un pensiero che non vola..
non mi spiace nemmeno il non esistere, oggi..

(più indifferente di così..)

4 commenti:

  1. Piú che indifferente ti leggo indecisa.

    Baci

    RispondiElimina
  2. non sempre si è come gli altri ci leggono.. se mi leggi indecisa mi verrebbe quasi da essere contenta.. che per me indecisa è (decisamente) meglio che indifferente.. baci a te..

    RispondiElimina
  3. non sempre si è come gli altri ci leggono: hai perfettamente ragione...
    scrivere versi tristi non vuol dire che siamo persone tristi.

    Buona giornata :)

    RispondiElimina
  4. sia chiaro che le eventuali note antipatiche nella mia risposta, qualora ce le avessi lette, non erano intenzionali.. detto questo, sì, difficile far emergere in superficie quel che si sente nel profondo.. cosa che, tra l'altro, spesso per non più di un solo attimo resta uguale a sé stessa.. mentre la scrivi, per dire, quel nonsoché già muta.. è la sua natura, il non fermarsi mai.. una bella giornata a te, Vale.. con sorriso :).. milena

    RispondiElimina