.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

28 settembre 2009

affinità..

..
lui è egiziano..
io no..
lui parla inglese..
anch’io.. (ok, ok.. lo parlo un po’.. ma non chiedetemi come si dice ‘parafrasi’, che non lo so..)
lui proviene da una stirpe antichissima di persone che ci sapevano un tot.. gente che ha costruito monumentali forme geometriche a più dimensioni applicando a quelle forellini capaci di coprire idealmente e in modo preciso al millimetro la distanza spazio-terra..
i miei antenati, al massimo, riuscivano ad andar dritti creando solchi nella terra con l’aratro (che uno dice.. ma pure quello mica è semplice.. soprattutto quando ai buoi vengono i cinque minuti..)
lui è di un’impeccabile eleganza.. impressione, questa, che mi viene comunicata, non ultimo, dal perfetto nodo con il quale la cravatta gli sta al collo attorcigliata.. (penso sia scorsoio.. il nodo..)
la mia, di eleganze, invece manca d’un soffio l’impeccabilità causa smagliatura.. uno di quei fastidiosissimi effetti collaterali da collant.. che tu te li metti e son perfetti.. ci fai due passi e scatta lei.. la smagliatura.. cerco di ovviare come posso.. accavallo (scorsoiamente?.. le gambe l’una all’altra.. non se ne accorgerà..)
lui vuole del materiale gratis perché sostiene che la fornitura che gli abbiamo fatto non era conforme alle richieste..
quello non glielo posso dare.. (a parte che il catalogo dà ragione a me.. a parte che della ragione me ne son sempre fatta poco e sempre poco me ne farò.. come lo vuole lui, il pezzo in questione, nemmeno esiste..)
lui vuole un caffè..
ecco, quello sì, glielo posso dare..
a lui piace amaro (il caffè)..
a me no..
se smetto di fissarmi su differenze e discussioni, a un certo punto mi vien da pensare che questo egiziano mi è simpatico.. e non mi piacerebbe punto litigarci..
allora, anziché su quello che i nostri mondi divide, cerco di puntare sulle affinità che quegli stessi mondi, per contro e loro malgrado, finiscono con l’unire..
è lì che penso che volentieri gli direi : ‘sent’un po’, Hassan.. ma perché invece di litigare non brindiamo (in mancanza di tarallucci e vino) col caffè a questo grande evento di cui stamane qui, entrambi, siamo stati chiamati a esser testimoni?’..
che uno si potrebbe anche domandare.. ma che evento, poi?..
beh.. secondo il calcolo delle probabilità era molto ma molto più difficile che io e questa persona ci trovassimo qui insieme a chiacchierare oggi, ed entrambi vivi nello stesso preciso momento, piuttosto che il suo egiziano avo azzeccasse il calcolo per unire la segreta della piramide a una delle stelle dell’orsa o che il mio italiano antenato riuscisse a tenere a bada i buoi per arar dritto..
se non son cose da festeggiare, queste, mi chiedo.. cosa lo è?..
è che non lo so tradurre in inglese, altrimenti facile che glielo direi..
sarà che il caffè mi fa uno strano effetto..
..
comunque immagino che se glielo dicessi lui,
almeno almeno, allenterebbe un po’
il nodo alla cravatta..

(e io, almeno almeno, capirei..
che non era poi scorsoio..)

7 commenti:

  1. sembra che tua abbia quella piccola e rara capacita' di amare la vita, che ti fa vedere le cose e le persone oltre la loro apparenza, andando al succo, comprendendone la vera essenza. Ti invidio molto, ma molto molto

    RispondiElimina
  2. non ci credo.. non mi sembri uno che invidia.. uno che invidia non saprebbe cogliere dei semplici tratti d'un disegno la sensibilità che riesci a far uscire tu.. :).. m.
    ps. sono solo molto ingenua.. e a volte struzza.. madonna ma quanto son struzza io?.. noooo.. di più.. ;)

    RispondiElimina
  3. sarai pure struzza... ma i tuoi antenati (che, similegizi, sono d'altrettanti sublimi costrutti demiurghi e rei) di certo, arrestando aratri e buoi o flettendo a inchino i loro panteonici marmi, ringraziano [... la struzza]

    RispondiElimina
  4. oddio!.. ehm.. sono un po' confusa.. intuitivamente parlando sembrerebbe una cosa bella, quella che hai detto..
    facciamo che mi fido..
    (il traduttore simultaneo lo vado a cercare e a consultare solo per esser poi in grado io, a mia volta, in un ipotetico futuro, di porgere ad altri simili sontuosismi dialettici..)
    ..
    pensare che me lo diceva la mamma di studiare invece di perdermi a comporre l'albero genealogico..

    RispondiElimina
  5. [... se rido]
    dormi bene, milena
    [a perdersi tra gli alberi non si sbaglia mai]

    ˜

    RispondiElimina
  6. "Stirpe antichissima ecc.." oddio ma che è?
    Un discendente della stirpe di
    Cthulhu?
    Il pazzo che scrisse il Necronomicon e fù divorato
    da un essere invisibile?Ah,no quello era arabo,
    Abdul Alhazred...lovecraft docet ;)
    Un sorriso x oggi m.

    RispondiElimina
  7. eheheh.. ma sai che.. come colore un po' ci siamo?.. gli avrà fatto mal l'aereo o non lo so.. fatto sta che risultava d'un preoccupante verdolino.. grazie di essere passato di qui.. sorriso a te!.. m.

    RispondiElimina