.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

1 settembre 2009

flessibilità nascoste..

..
mai abbastanza creo..
mai abbastanza dono..
mai abbastanza mi riconosco in quei momenti improvvisi di passato che mi arrivano addosso e lì si depositano come veli, e non già di memoria..
sembrano talmente ora, questi ieri, che nemmeno pensare li so, senza respirarci dentro..
inalo apnee che servono a superare una specie di dolore..
e non è poi nostalgia.. ché esserci, ci sono.. io.. qui e là.. ove forse è il là a esser qui e non più un io ma un quando a prender movimento..
e magari è per parallelismi asincroni di rotte che all’improvviso rendessero a sé stesse la libertà negata da certi binari e prestabiliti tempi, se le linee di chi in me ricordo si sovrappongono così repentinamente a quelle di chi in me ora sono..
e già so che mai abbastanza, creando o costruendo nuovo futuro (né quello regalando), da chi sono stata a chi essere mi trovo, quella necessaria distanza riuscirò a ristabilire..

7 commenti:

  1. Che parolone ristabilire!! (per me almeno)
    invidio molta gente che riesce a farlo,
    ristabilisocno famiglie,gente che per via di terremoti cessa di vivere metaforicamente,ristabiliscono il lavoro,ristabiliscono ogetti,ristabiliscono giardini,ristabilisocno coppie,ristailiscono occasioni ed opportunità..
    ed ora che vorrei anche io ristabilire la mia persona,che vorrei entrare in gioco io..
    no..
    io sono solo un amica..


    un bacione grosso grosso!

    RispondiElimina
  2. io lascerei le cose così...perché dover stabilire? Un baciotto :)

    RispondiElimina
  3. a Ukiyo : tu forse ora non lo sai, ma questa potrebbe rivelarsi una gran fortuna.. io penso che 'solo' non sia mai adatto alla parola 'amica'.. ti abbraccio forte.. m.

    a naimablu : ma quanto sono felice di leggerti da uno a cento??.. sorrisi a te e a tutti i colori che avrai raccolto in questi giorni di vacanza!.. mil

    RispondiElimina
  4. Non si crea e non si dona mai abbastanza per contrapporre la necessaria distanza da come ci sentiamo veramente... Il punto forse è chi siamo.
    Io comunque non penserei troppo a tutti quei ieri che non voglion tramontare mai. Godiamo l'oggi.

    Ho apprezzato molto il tuo slideshow.

    sempre in, ciao.

    RispondiElimina
  5. ciao davide.. sempre bello trovarti qui.. lo slide show è preso dalla gallery di archi3d su flickr (non sono foto mie..).. un sorriso a te e al tuo presente.. milena

    RispondiElimina
  6. secondo me, da 1 a 100...mmm, vediamo: 3? :) Io tanto, felice, di leggere Te

    RispondiElimina
  7. macché tre.. tre-cento.. mi mancava il tuo blu.. ti abbraccio!.. m.

    RispondiElimina