.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

17 settembre 2009

incontri..



mi accompagna da sempre la sottile impressione
(mai abbastanza vaga da non poter essere afferrata)
d'aver trascurato qualcosa..
d'aver qualcos'altro tralasciato..
e su tutto il resto d'aver errato..

14 commenti:

  1. purche' il tuo essere errante qual vento non sia stato erroneo ..

    PS - mi sa che sei contagiosa..

    RispondiElimina
  2. eheheh.. mi chiamano anche virus, a volte.. sorrido.. m. ps. la canzone me l'avete fatta venire in mente tu e sara.. appena sei riuscito a decifrare il mio commento, per favore, torna e spiegamelo!..

    RispondiElimina
  3. eh gia'..ci vuole tempo, sono solo alla seconda frase .. sto usando i tuoi post vecchi come fossero una stele di rosetta per dedurre vocaboli, sintassi e semantica ..

    RispondiElimina
  4. eheheheh.. io mi fido di te.. e forse faccio male.. ma.. lo so che non c'entra nulla.. però.. che me lo disegneresti brontolo dei sette nani?.. lo sguardo dovrebbe essere particolarmente truce, però.. sai, vorrei appenderlo fuori dalla porta dell'ufficio come deterrente per i malintenzionati (leggi : rompiscatoleconcontornodicasinigiàfattiefinitiprontiperessereappioppatiallasottoscritta.. grrr).. m. ps. se me lo disegni giuro che i miei prossimi commenti si limiteranno a un vocabolo per volta (pensa.. avrai i post con sotto i numeretti più alti nella storia di blogspot.. se non è esser fortunati questo..)

    RispondiElimina
  5. ecco, e come faccio a dirti di no?
    mi sta gia' venendo l'ansia da prestazione ma non posso deluderti .. sospendo la decrittografia del tuo post e passo alla ricerca di un'ispirazione o alla peggio di un'immagine da riprodurre ..

    RispondiElimina
  6. hey.. non c'è poi tutta questa fretta.. entro le sei e trenta andrà benissimo!.. eddai.. non ho detto di quale giorno! ;).. m. ps. ovvio che scherzo.. mi chiamano virus ma anche tavor.. mi sento più adatta a sedar ansie che non a produrne.. toh.. te lo dimostro come posso.. questa sarebbe perfetta.. sennò, se ti ispira di più, mi accontento anche di un tipo più anonimo e tranquillo.. ecco un esempio..

    RispondiElimina
  7. capita..
    capita e non possiamo farci niente..
    a volte ci poniamo dubbi,perplessità,rimpianti,che in realtà non ne vanno neanche la pena essere sorti..
    ma lo facciamo,perchè incosciamente vogliamo perdere tempo..troppo tempo..e ci dimentichiamo di quel che potremmo rilasciare ora,pensando al passato..
    un bacione.

    RispondiElimina
  8. Eggià!! Si, l'impressione che sia tutto (o maggior parte) un'inutile perdita di tempo.

    RispondiElimina
  9. a u : ben ritrovata.. ti abbraccio.. m.

    a squil : mi piacerebbe sentirlo con parole sue (del tuo blog)..

    RispondiElimina
  10. Dovremmo cercare di soffermarci su quello che le nostre sensazioni vogliono dirci. Sai, molto spesso non sbagliano. Siamo poi noi con i nostri ragionamenti a portarli esattamente dove vogliamo, a volte totalmente contro a quello che dovevano significare, essere. Siamo noi che stravolgiamo le nostre sensazioni che sono pure e reali e le ribaltiamo in un mondo completamente irreale. E qui, ascoltandole, danno solo il senso di non essere al posto giusto e di non farci capire che cosa accade. Allora ripercorrile, riportale dove erano e ascoltale nuovamente. Avranno un altro senso.

    Perchè tutto ce l'ha.

    RispondiElimina
  11. ehm mi sa che mi sono un po' fatto prendere la mano .. Disney forse non e' il mio genere ma guarda se e' quello che avevi in mente:
    http://1.bp.blogspot.com/_WNoRXQrjjz8/SrM2kpeNjDI/AAAAAAAAALc/NwXjEY3J4ks/s1600-h/bront.jpg

    RispondiElimina
  12. ad a. : grazie per le tue parole.. ci proverò.. un sorriso.. m.

    a g. : beh.. ma sei un mito!!.. pure il teschietto sulla maglietta gli hai fatto.. è perfetto, direi.. tu lo sai che di fronte al maestro riverisco, vero?..
    ok.. direi che ora puoi tornare al tuo lavoro decrittografico.. ;)..
    sorriso.. m.

    ps. grazieeee!!
    ps1. e non fare tutte queste storie.. chiamala, la sara.. dille che ti è stato commissionato un ritratto da un importante talent scout e che avresti scelto lei come modella.. non resisterà!.. :)

    RispondiElimina
  13. eh eh, ma gli amici oltre a chiamarti virus e tavor ti chiamano anche cupido per caso? (peraltro se gli amici ti chiamano cosi' vorrei sapere come ti chiamano i nemici). Per quanto riguarda Sara, a lei occorre qualcuno che la costringa a mettere ordine nella sua vita e l'ha trovato, io sto ancora tentando di mettere ordine alla mia e non mi riferisco solo ai calzini :D

    ps - l'originale del disegno te lo tengo da parte, e' stato divertente farlo

    RispondiElimina
  14. macché cupido e cupido.. è che mi son commossa vedendoti tremar la mascella (quando divento troppo impudente fermami, eh?).. ho solo pensato non ti facesse male divagare un po'.. sarà.. ma io credo sia meglio una libera entropia che un ordine costretto.. spesso credo malato, però.. quindi non tenere in considerazione le mie affermazioni (dev'essere colpa dell'ormone della crescita che interferisce.. s'è svegliato mò, dopo anni di pacifico letargo.. mi chiedo se ora sarò costretta a fare un po' d'ordine anche muà.. uff si stava tanto bene con tutte quelle cianfrusaglie in giro)..
    ..
    i nemici non mi chiamano..
    i nemici mi citano (non in giudizio)..
    ti sorrido..
    m.

    RispondiElimina