.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

12 ottobre 2009

ritmi..

..
si riprende i suoi ritmi, il tempo.. come è giusto che sia.. come sapevamo che sarebbe stato, pur senza pensarlo possibile..
si riprende la sua luce, il tempo, per portarne di nuova, a inondar diversi orizzonti, e altri..
..
ho pensato al tempo talmente a lungo da arrivare a consumarne la consistenza..
e ora che di buio si riveste, è buio che accolgo, come se quello fosse il suo regalo più bello..
per me che non ho più nulla da vedere ma tanto (così tanto) ancora da immaginare..

4 commenti:

  1. si riprendono i ritmi che avevamo lasciato per un periodo di pausa.
    E' lacerante,a maggior ragione per una come me,che non ha nulla da vedere,nulla da sgnare,nulla per cui lottare,e purtroppo nulla da immaginare..
    E' un ritmo interminabile,che sa di tante odori,sensazioni,passioni e ricordi,è un ritmo che non avrei mai immaginato..

    RispondiElimina
  2. passerà.. ti sorrido e ti abbraccio.. m.

    RispondiElimina
  3. ma scherzi???? certo che hai ancora tantissimo da vedere, ad esempio, mi hai mai vista? NO...e allora? Hai mai visto "Il contadino catalano con chitarra" di Mirò???NO! Hai mai visto il tipo che all'ufficio postale prende tutti i biglietti per le prenotazioni allo sportello e poi se li rivende??? [ehm...questo succede a Napoli :DDD]NO?! Allora, Mil, vedi che c'è ancora qualcosa da vedere? Ti abbraccio fortissimo pulcino :)

    RispondiElimina
  4. certo che sì.. ma si vede anche con l'immaginazione.. è così bello ritrovarti qui.. ti abbraccio forte.. m.

    RispondiElimina