.

.

.

02.09.15

https://www.youtube.com/watch?v=kQha5einETw

Avrei bisogno di un po’ di riposo, dice il dottore.
Ne avrei bisogno in effetti, hai ragione doc
e anche tu
anche tu ne avresti.
E avremmo bisogno
di un po’ di gatti
qualche pillola colorata
un po’ di pace
una bici nuova
probabilmente baci
un bunker antiatomico
avremmo bisogno di qualcuno
di qualcuna
che domani pensi a noi nella battaglia
e avremmo bisogno di un po’ di aria pulita
di penombra
un po’ di vino bianco fresco
avremmo bisogno di un po’ di carezze
magari di fare un po’ all’amore
avremmo bisogno
che qualcuno abbassi l’aria condizionata
e avremmo senz’altro bisogno di un po’ di silenzio
un po’ di buona poesia
e un po’ di buona musica
di lenzuola pulite
e un nuovo cuscino
e avremmo bisogno
che lei la smettesse di guardare
di nascosto in continuazione
quel cazzo di telefono
mentre siamo a pranzo assieme.
Di cos’altro, doc?
Un po’ di gentilezza, certo
un paio di pantaloni nuovi
– non trovi che in giro
ci sia un’incredibile mancanza di eleganza? –
e che venga presto settembre

(Guido Catalano)

10 novembre 2009

apropositodigocce..

..
solita vecchia storia..
sauro ci ha ingannate..
ci ha sedotte.. e poi.. (ebbene sì.. oooh).. abbandonate..
noi non lo amiamo più, però.. e questo è un bene..
ché macerarsi nello sconforto, come tante ciliegine sotto spirito non solo è deleterio ma oserei dire addirittura autolesionistico.. e io, sinceramente, per autoledermi preferisco altri metodi..
ad esempio.. chennesò?.. ascoltare per tre ore di fila e senza nemmeno pausa caffè (tremendo!) l’ultima di neffa.. in fondo non è male.. ascoltala oggi, ascoltala domani finisce per trasformarsi in scarrafone e io in mamma sua.. insomma, vuoi vedere che mi piace?.. (nda. a tutti quelli che amano neffa dirò che è il primo cantante che mi sia venuto in mente e che è stato qui invanominato solo per puro, di più!, purissimo caso..)
ora io mi domando e dico ma come può un essere solo scoprirsi in grado di inventare una sfilza di balle talmente lunga e duttile che se solo se ne avesse inclinazione, voglia nonché occasione, la si potrebbe usare per fare il salto con l'asta?.. insomma.. ci vuol talento.. e lui ce l’ha.. sarà mica per per questo che è riuscito a sedurci?..
si vede che ai sindacati prima di assumerti ti fanno un test.. se sei mellifluo, bello (lui è un’eccezione, ma, si sa, le regole spesso si servono proprio di tali escamotage per vedersi confermate), biondo e dici sempre sì hai già superato mezzo test.. se poi riesci a convincere quattro ragazze mediamente intelligenti che solo perché per tutte e dieci le volte che hai raccontato loro qualcosa si trattava di bugie, ciò non sta a significare che l’undicesima sarà sempre di quella, beh.. allora sei assunto.. a tempo indeterminato.. ferie pagate.. tredicesima, quattordicesima e.. massì.. perché no? pure quindicesima..
ora..
ho capito.. siamo l’unico caso sui generis in tutta Italia..
e, ok.. sono anche consapevole del fatto che per redarre certi documenti da presentare in regione bisogna essere in possesso di almeno una tripla laurea e pure un po’ carpiata.. (in certi casi si rende necessario l'intervento d'un medium che possa mettere in contatto con tal Marconi)..
però..
se non li hai preparati (i documenti) non dire che l’hai fatto (porcamiseriapureunpochettoladra)..
stasera, superato il primissimo momento di sconforto durante il quale la più giovane tra le mie colleghe, non senza aver assunto il colore d’un gambero abbronzato, ci ha esposto i fatti (appresi grazie a una telefonata autoinformativa ai sensi del dgls nonsenepuòpiù a tal addetta ufficio paghe) rendendoci poi partecipi di tutti i peggio improperi (con annessi corollari) appresi lungo il percorso della sua pur non così avanzata esistenza, abbiamo fatto coriandoli delle nostre tessere già diligentemente compilate (e saggiamente non ancora consegnate nelle fedifraghe mani dell’innominabile oltreché sabotator di certezze circa quello che in gergo potremmo definire ‘senso di fiducia fondamentale’) e abbiamo fatto finta che fosse martedì grasso..
sempre la solita vecchia storia..
beh.. pazienza..
è storia vecchia?..
se è storia vecchia farà buon brodo..
il brodo non mi piace..
neffa forse sì forse no..
allora ascolto questa..


(più perché la davano alla radio poco fa mentre rientravo a casa che perché c’entri qualcosa con storie vecchie di seduzione e abbandono, col brodo -buono o no - o con neffa)..
comunque..
sauro se ci sei non battere nessun colpo, please, ne abbiamo avuto abbastanza..
la senti questa voce?..
non t’amiamo più!.. (tiè..)
e ora..
vado a comprare il necessaire per tingermi di biondo e le audiocassette – no, non ce l’ho il lettore cd, va bene? – che in dieci lezioni insegnano a dire sempre sì.. se mi cercate senza trovarmi può darsi che m’incontriate a una delle prossime manifestazioni della cgil.. vorrei diventare il braccio destro di sauro.. foss’anche solo per avere il piacere di mettergli un due tre gocce di guttalax nel caffè..
(e non sono neanche tanto arrabbiata.. fate un po’ voi..)

4 commenti:

  1. ˜
    [con salto, capriola e rimbalzo]

    RispondiElimina
  2. eheheh.. ce la faremo!.. dovessimo arrivare a incatenarci fuori palazzo chigi!.. qui bisogna andare alla fonte, mi sa.. obellaciaobellaciaobellaciaociaociao..
    ¤

    RispondiElimina
  3. fortuna che la crisi è alle (s)palle.


    a.

    RispondiElimina
  4. eheh.. la seconda che hai detto.. la vera fortuna è forse che il sorriso sia di fronte (almeno quello).. :).. m.

    RispondiElimina