.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

16 novembre 2009

c'eraunavoltadesso..

..
il momento prima, mi reclama uno spazio, proprio qui.. proprio ora.. proprio.. insistentemente..
il momento prima, che è poi tutto quello che è.. passato..
il momento prima, che è poi d’anni o anche solo d’un poco fa.. ma che ha comunque fatto in tempo a diventar.. memoria.. e dunque a sfuggire, nella sua concretezza d’evento, a quel tatto che lo avrebbe reso sostanza (sempre qui.. sempre ora)..
(sempre..)
il momento prima è profumo di non ancora accaduto.. è sapor di retroattiva ansia di scoperta.. è soffio di frustrata inapplicabilità d’un desiderio.. è carezza di materno affetto che consolando salvi da consapevole, necessaria disillusione..
il momento prima si ribella un po’, per il fatto d’esser stato confinato nella brevità di gesto riservata a un lieve alzar di spalle in risposta al dindondan d’un vuoto..
e fissa..
e affossa..
e attende..
e parla..
..
dice solo c’ero..
davvero..
c’ero..
c’ero (davvero)..
ma solo finché sono stato..
ero finché ero..
(solo poco fa..)


(adesso..)

Nessun commento:

Posta un commento