.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

21 novembre 2009

sequenze..

..
m’infastidisce ogni contatto..
mi sento farmi attrito dentro come per violenza..
ma.. senza..
senza movimento..
non c’è azione che non mi dolga nell’essere pensata.. non c’è gesto che non mi provochi ripulsa scontrandomisi nella mente con la sequenza che quella sarebbe portata ad assegnargli lungo i passi del divenire..
non.
punto.
non.
basta.
no.. non basta..
il resto è la solita mescolanza di bene e male che il mondo regala..
il resto è pazienza..
il resto è..
talmente distacco che da qui a lunedì potrebbe benissimo passare un anno e trovarmi sempre nella stessa medesima inalterata posizione..
forse questo è l’annichilimento..
non.
esperienza.
da.
buttar.
via.
non esattamente, almeno..
diciamo che la si potrebbe accantonare..

(forse a partir da lunedì)..
(quasi quasi ci credo)..

Nessun commento:

Posta un commento