.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

19 novembre 2009

mercoledì..

..
sento come ricompormisi serenità e costanza..
non penso..
m’astengo momentaneamente da questo grigio..
mi dissocio gentilmente da ogni processo che vorrebbe per conseguenza naturale all’uggia (eppure sostanzialmente priva di vera e propria casualità se non da me stessa occasionalmente attribuita a eventi peraltro di nessunissimo conto e valore – oggettivi -) vedermi scivolare..
mi sono alzata col piede giusto e non scalfitura (stranamente) temo..
dopotutto lo sento fluido in modo estremo, questo mercoledì, pur nel suo essere qualunque..
ah.. non è mercoledì?.. ops..
(forse è per quello che è così perfetto..)

Nessun commento:

Posta un commento