.

.

.

02.09.15

https://www.youtube.com/watch?v=kQha5einETw

Avrei bisogno di un po’ di riposo, dice il dottore.
Ne avrei bisogno in effetti, hai ragione doc
e anche tu
anche tu ne avresti.
E avremmo bisogno
di un po’ di gatti
qualche pillola colorata
un po’ di pace
una bici nuova
probabilmente baci
un bunker antiatomico
avremmo bisogno di qualcuno
di qualcuna
che domani pensi a noi nella battaglia
e avremmo bisogno di un po’ di aria pulita
di penombra
un po’ di vino bianco fresco
avremmo bisogno di un po’ di carezze
magari di fare un po’ all’amore
avremmo bisogno
che qualcuno abbassi l’aria condizionata
e avremmo senz’altro bisogno di un po’ di silenzio
un po’ di buona poesia
e un po’ di buona musica
di lenzuola pulite
e un nuovo cuscino
e avremmo bisogno
che lei la smettesse di guardare
di nascosto in continuazione
quel cazzo di telefono
mentre siamo a pranzo assieme.
Di cos’altro, doc?
Un po’ di gentilezza, certo
un paio di pantaloni nuovi
– non trovi che in giro
ci sia un’incredibile mancanza di eleganza? –
e che venga presto settembre

(Guido Catalano)

9 dicembre 2009

cronacheordinarie..

..
sembro spaurita..
occhi, giganti, oggi..
forse per mancanza di quel sole che me li strizza, sempre, ché nudi li porto per il mondo, senza lenti altre dalle cornee..
una per uno.. (così.. come si fa tra fratelli)..
eppure sole c’è..
(non lo guardo)..
invece lascio che mi accarezzi una gota che già mi sento arrossire d’un calore richiamato su..
mi tolgo il cappotto..
picchia nonostante la data.. forse è come me, che se non vedessi tutti questi babbi natale appesi ai balconi nemmeno lo saprei, che è dicembre..
forse invece no..
il sole è come il sole.. e io son come me..
passa un signore.. io me ne sto lì a far la guardia al crick mentre torna luigi.. il signore mi chiede se ho bucato.. annuisco.. gli sorrido.. se ne va.. penso lo avrei fatto anch’io..
guardo il crick.. ha una faccia da crick.. indifferente.. pare non aver caldo lui.. gli chiedo come cavolo funzioni?.. mi dice fatti miei..
e io allora aspetto luigi..
provo a svitare il bullone che tiene ferma la ruota di scorta.. pare saldato alla carozzeria..
a luigi poco dopo dico c’è poco da fare, credo che si sia ossidato (non ricordo d’averlo mai svitato ma.. insomma, chi può dirlo?)..
invece lui ce la fa..
inizio a guardarlo come se fosse ercole (sansone non si può.. è un po’ pelato, luigi.. eppure è forte.. almeno più di me).. m’aspetto di sentirgli da un momento all’altro uscir dalla cassa toracica uno di quei gridi che fanno tanto tarzan..
invece dice solo adesso se vuoi puoi arrivarci anche fino a taormina..
sembro spaurita, oggi..
occhi giganti che non ho mi guardano dallo specchietto..
dico loro un giorno magari vi ci porto davvero..
fino a taormina..

(a farvi strizzare contro tutto il sole che c’è là)..
.
(trameeme): di mezzo c'è poi solo il mare, no?..

foto by amornomore

2 commenti: