.

.

.

02.09.15

https://www.youtube.com/watch?v=kQha5einETw

Avrei bisogno di un po’ di riposo, dice il dottore.
Ne avrei bisogno in effetti, hai ragione doc
e anche tu
anche tu ne avresti.
E avremmo bisogno
di un po’ di gatti
qualche pillola colorata
un po’ di pace
una bici nuova
probabilmente baci
un bunker antiatomico
avremmo bisogno di qualcuno
di qualcuna
che domani pensi a noi nella battaglia
e avremmo bisogno di un po’ di aria pulita
di penombra
un po’ di vino bianco fresco
avremmo bisogno di un po’ di carezze
magari di fare un po’ all’amore
avremmo bisogno
che qualcuno abbassi l’aria condizionata
e avremmo senz’altro bisogno di un po’ di silenzio
un po’ di buona poesia
e un po’ di buona musica
di lenzuola pulite
e un nuovo cuscino
e avremmo bisogno
che lei la smettesse di guardare
di nascosto in continuazione
quel cazzo di telefono
mentre siamo a pranzo assieme.
Di cos’altro, doc?
Un po’ di gentilezza, certo
un paio di pantaloni nuovi
– non trovi che in giro
ci sia un’incredibile mancanza di eleganza? –
e che venga presto settembre

(Guido Catalano)

28 gennaio 2010

(glugluglu?)..

..
adagio un piccolo dubbio sfuggito all’indifferenza di ronda sulla superficie piana del mio canto seral-notturno.. ho sentito scandire un chiarissimo ‘e tutto va bene’ senza aver capito che ora fosse e adesso son qui che me la discuto fitta con il cielo, la questione..
non si vede baluginar di stelle, ma anche se lo scorgessi non saprei leggerlo e allora forse è meglio così (raccontiamocela, va’)..
interrogo i tarocchi brontolanti dello stomaco e quelli mi rimandano a un pranzo saltato e a una cena in ritardo che potrebbe benissimo significare nove-noveemmezzo..
ecco.. diciamo che son le nove e un quarto e tutto va bene, ok?..
tutto, sì.. ehm.. a parte quel dubbio lazzarone che mi si è impigliato nella maniglia della porta mentre uscivo preceduta da una fretta che forse era mia e forse anche no..
ma siamo proprio sicuri che sto bene sul serio?.. senza nemmeno una cosa da volere?.. una paura da far sciogliere a bagnomaria?.. un rimorso piccino picciò da rispolverare?.. un seforsema da mescolare al ragù per farne poi scarpette di pane e perché?..
ok, ok.. non siamo sicuri, no.. ma ora come ora non me ne vorrei preoccupare..
ho fatto un po’ di shopping-terapia e devo dire che funziona.. anche se freud avrebbe forse da dir la sua sul fatto che sono riuscita a comprarmi cinque maglioni tutti quanti neri (sì sigmund, ho capito, ma le forme eran diverse però, dai su non esser così fiscale)..
e adesso cosa sarà questo glugluglu che mi nasce dal profondo?.. magari sta anche dicendo cose di basilare importanza.. forse dovrei ascoltarlo però non ho mica tempo.. devo togliere le etichette ai miei acquisti e poi ritagliarle tutte a forma di petalo e infine iniziare a sfogliarne i ‘midonanonmidona’..
mal che vada mi addormento (etuttovabene)..

foto: leave me never by lauren rabbit

2 commenti:

  1. Cara Mil, mia sorella sarebbe capace di acquistare un intero guardaroba :violalillaprugna :)
    Io dico di lasciar perdere lo sfoglio dei cartellini e Sigmund ed andare a sfoggiare i nuovi acquisti con una bella passeggiata, se potessi t'accompagnerei, ma, data la distanza, lo faccio con il pensiero :)

    Baciotti

    RispondiElimina
  2. sorrido.. violalillaprugna mi pare un bel colore, però.. l'ho sfoggiato in ufficio.. il primo che ho scelto ha un collo che mi arriva alle ginocchia.. all'occorrenza può essere alzato fin sopra i capelli e lì, pietosamente celata all'indiscrezione di certi sguardi, posso far tutte le pernacchie che voglio alla fretta del 'lo vogliamo per ieri'.. una passeggiata non so nemmeno più come si fa (andrei lapidata per questa mia pigrizia.. è ignobile).. bacino :*.. m.

    RispondiElimina