.

.

.

02.09.15

https://www.youtube.com/watch?v=kQha5einETw

Avrei bisogno di un po’ di riposo, dice il dottore.
Ne avrei bisogno in effetti, hai ragione doc
e anche tu
anche tu ne avresti.
E avremmo bisogno
di un po’ di gatti
qualche pillola colorata
un po’ di pace
una bici nuova
probabilmente baci
un bunker antiatomico
avremmo bisogno di qualcuno
di qualcuna
che domani pensi a noi nella battaglia
e avremmo bisogno di un po’ di aria pulita
di penombra
un po’ di vino bianco fresco
avremmo bisogno di un po’ di carezze
magari di fare un po’ all’amore
avremmo bisogno
che qualcuno abbassi l’aria condizionata
e avremmo senz’altro bisogno di un po’ di silenzio
un po’ di buona poesia
e un po’ di buona musica
di lenzuola pulite
e un nuovo cuscino
e avremmo bisogno
che lei la smettesse di guardare
di nascosto in continuazione
quel cazzo di telefono
mentre siamo a pranzo assieme.
Di cos’altro, doc?
Un po’ di gentilezza, certo
un paio di pantaloni nuovi
– non trovi che in giro
ci sia un’incredibile mancanza di eleganza? –
e che venga presto settembre

(Guido Catalano)

29 gennaio 2010

(im)moti..

..
da un po’ non sento più i minuti scandirmisi appresso..
e dire che parevano maracas impazzite giusto.. quanto?.. poco?.. tanto?.. fa?.. mah?.. chi può dirlo?..
al momento solo mi sfuggono certe cronologie.. in mezzo a tutto questo gran non avvenire mica è facile la tracciabilità connettiva tra un come e il suo perché..
da un po’ non sento più i minuti scandirmisi appresso..
da un po’ mi sembra d’andare per via della cinetica del mondo più che grazie a quella cosa strana chiamata volontà.. non ho mai saputo comandare.. a volte questo fatto si rivela una incommensurabile sfortuna.. ma rimando ogni bendaggio a domani.. che sarà mai un giorno in più?.. ventiquattr’ore e basta.. potessi farmele tutte di sonno filato..
questa storia del moto perpetuo mi sconquassa..
si fa fatica persino a stare fermi..
foto: the devil’s alphabet K by lauren rabbit

7 commenti:

  1. si fa fatica si a star fermi mentre tutto si muove ;)

    RispondiElimina
  2. 24 ore non mi basterebbero, voglio un letargo vero e proprio. Anche quando i minuti smettono il loro ticchettìo massaggiante, il trascorrere degli eventi batte il piede per riempire la scena da solo. Noi lo ignoriamo ed evitiamo il suo sguardo. Quando si avvicina, agitiamo braccia e gambe (ed io lo faccio compulsivamente) per lasciarselo scivolare addosso e scandire il nostro tempo personale. E non lo voglio, il metronomo!

    Bel post, sono incantato. Quindi maggiormente grazie.

    RispondiElimina
  3. malumore: a-ah.. ecco qual'era il punto ;)

    squil: te sei mitico sei.. sinceramente lusingata.. sorrido (molto).. :))

    RispondiElimina
  4. Piace, vero, lauren rabbit? Anche a me!!!

    RispondiElimina
  5. sì.. è spaziale.. la trovo intensa.. vera.. comunicativa.. viva.. :)

    RispondiElimina
  6. io con il tempo ci ho litigato: non mi ascolta mai!

    RispondiElimina
  7. mmm.. e tu non parlargli.. accarezzalo :)

    RispondiElimina