.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

25 gennaio 2010

minimitermini..

..
ci sono periodi in cui occorre ridurre ai minimi termini le proprie richieste emozionali.. il cuore grida come per un soffocamento in atto e tu gli dici ‘manno-oo.. è un’impressione.. hai sempre avuto solo questo.. e l’anidride carbonica poi è buonissima.. roba prelibata, ragazzo.. guarda che se non ne approfitti te la respiro tutta io, eh?’.. eppure quello non par convinto.. e in alcuni momenti si ribella come facevi tu davanti a certi piatti di spinaci o di purè liofilizzato.. ha delle crisi di rigetto, tutto qui.. capricci infantilissimi, checcavolo.. non è che una può star lì tutto il giorno a dare ascolto a un muscolo, del resto.. insomma.. noi ragazze moderne abbiamo un sacco da fare.. produrre, ancheggiare, sbattere le ciglia e ridere alle battute dei clienti importanti.. si vede che per alcuni l’intercalar periodi con qualche incisivissimo sproloquio è divertente.. io capisco.. mi vorrei anche adeguare.. certo.. cioè.. se non la sottolinei con ‘cazzo’ ogni tanto una frase perde di valore e ironia.. credo di essere troppo mentalmente a compartimenti stagni.. perquanto mi capiti d’evitare il filtro del pensato troppo spesso e volentieri.. non è colpa mia se le rughette me le vorrei (ho detto vorrei non voglio.. la storia del giardino del re la so anch'io, tenchiù) far crescere all’ombra di qualche parola che mi facesse ridere sul serio.. però poi se non ne approfitto se la ridon tutta gli altri.. perciò.. forse è veramente un’impressione.. vuoi vedere che l’anidride carbonica è buona sul serio e sono io che non ho fatto l’aggiornamento del sistema polmonare per windows icspi?.. proverò a riavviare..

Nessun commento:

Posta un commento