.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

27 febbraio 2010

aeiou..

..
sconvolgo sequenze.. oggi mi prende così.. di mischiarmi le vocali del pensiero.. di prenderle per la coda e farci ginnastica artistica.. di pescar nel cesto dei segreti.. e poi di giocare a scambiarceli senza nemmeno avere un album adhoc per poter esclamare ‘toh!.. mi mancava proprio questo’.. d’atemporalità m’ubriaco.. e allora forse davvero vaneggio se dico che un secondo fa era ancora ieri.. eppur ci credo.. come a quel sussurro di pensiero che di sorpresa il pensiero mi ha regalato.. tra un solo secondo sarà domani.. (è un segreto che vale almeno tre figurine, mi sa)..

Nessun commento:

Posta un commento