.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

15 febbraio 2010

generale..

..
mi dedico piano a studiarmi l’inverno (quel che resta del).. lo trovo morfologicamente appuntitissimo e, vien da sé, spigoloso.. però mi piacciono tutti questi lividi che ho.. sembrano fiori.. forse è stato lui a regalarmeli.. alla fine s’è rivelato galante..

2 commenti:

  1. perversamente fascinoso?
    a.

    RispondiElimina
  2. yes.. però basta immaginarlo vestito da piccolo cosacco mentre fa il ballo della steppa e già si ridimensiona.. uhm.. forse.. (siamocosìdolcementecomplicatemabastanottibianchegrazieuhmnoancorauhmnobastauhmnocipenso)

    RispondiElimina