.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

25 febbraio 2010

scarti..

..
mi ci vuole un po’ di più.. tipo quello scarto di secondo da dopo start che già saprebbe farsi svantaggio, se davvero ci fosse un traguardo.. mi ci vuole di più per capire e accettare il ‘così’.. che ogni così è così.. talmente bello da veder cambiare che.. insomma.. come si fa a dire è così se dopo un dopo c’è un dopo a seguirlo?.. e c’è.. un così.. un dopo.. e pure un di più.. tipo uno scarto che forse fa la differenza.. chissà che non l’abbia già fatta e poi messa lì.. come una torta sulla finestra a raffreddarsi.. e magari non è nemmeno festa.. ma intanto il dolce c’è..

2 commenti:

  1. Accettare il "così"? Pessimo approccio... Preferisco il "mordi, graffia, scappa, ulula e cambia quel così".

    RispondiElimina
  2. mi preoccuperei se tu preferissi il contrario.. questa è una delle cose belle della gioventù (e di certi caratteri).. ti sorrido :)

    RispondiElimina