.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

18 marzo 2010

ჱܓ

..
no che non la so la differenza tra il normale e l’assurdo.. sento talvolta qualche piccola puntura in quell’intercapedine che contiene organi e ossa e sangue tra il petto e la schiena.. in certi giorni mi par normale.. in certi altri assurdo.. così per l’idea che mi faccio.. di me stessa e dell’altro.. muta.. in certi giorni mi par nel senso che fa silenzio.. in certi altri nel senso che cambia..

Nessun commento:

Posta un commento