.

.

.

02.09.15

"donde no puedas amar, no te demores"

(kahlo)

3 aprile 2010

coriandolando..

..
mi stropiccio via dagl’occhi un po’ di sonno.. gesto che da un po’ non ripetevo.. un po’ più che dall’ultima volta che m’è capitato di svegliarmi, credo.. ma d’altra parte può benissimo darsi ch’io non l’abbia saputo fare mai.. svegliarmi, dico.. non stropicciarmi gl’occhi.. in bicicletta mi sembrava d’aver imparato ad andare, invece.. a quattro anni pedalavo da dio.. certo, con le rotelline..
già a sei, avendo quelle abbandonato, davo le mie belle sgrugnate.. pareva un amante, il selciato, dal quale separarsi per più di due minuti fosse impossibile.. mi piaceva, dopo, sfoggiare le mie ginocchia sbucciate.. trofeo di vasi che imparavano a coagularsi, quasi come dire ‘dai che ci facciamo compagnia.. guard’un po’ di che razza d’emocromo siam capaci’.. adesso quasi quasi mi dispiace.. di non esser mai caduta in maniera altra da quella sì lieve da non lasciarmi addosso di sé stessa traccia, se non nella memoria..
mi stropiccio via dagl’occhi un po’ di sonno.. dal cuore un po’ di storie.. dal giorno un po’ di luce.. di tutti questi po’ farei coriandoli.. un’occasione per lanciarli, penso, ci sarà.. magari anche prima del prossimo carnevale..

6 commenti:

  1. anche a te dark0.. tanti :)!

    RispondiElimina
  2. ti lascio qua un oovetto e un sorriso

    RispondiElimina
  3. tenkiù.. anche a te gary :).. m.

    RispondiElimina
  4. (c'è sempre un'altra occasione per coriadolare... come tempo per sbucciar cadute)
    ˜
    [f]

    RispondiElimina