.

.

.

02.09.15

https://www.youtube.com/watch?v=kQha5einETw

Avrei bisogno di un po’ di riposo, dice il dottore.
Ne avrei bisogno in effetti, hai ragione doc
e anche tu
anche tu ne avresti.
E avremmo bisogno
di un po’ di gatti
qualche pillola colorata
un po’ di pace
una bici nuova
probabilmente baci
un bunker antiatomico
avremmo bisogno di qualcuno
di qualcuna
che domani pensi a noi nella battaglia
e avremmo bisogno di un po’ di aria pulita
di penombra
un po’ di vino bianco fresco
avremmo bisogno di un po’ di carezze
magari di fare un po’ all’amore
avremmo bisogno
che qualcuno abbassi l’aria condizionata
e avremmo senz’altro bisogno di un po’ di silenzio
un po’ di buona poesia
e un po’ di buona musica
di lenzuola pulite
e un nuovo cuscino
e avremmo bisogno
che lei la smettesse di guardare
di nascosto in continuazione
quel cazzo di telefono
mentre siamo a pranzo assieme.
Di cos’altro, doc?
Un po’ di gentilezza, certo
un paio di pantaloni nuovi
– non trovi che in giro
ci sia un’incredibile mancanza di eleganza? –
e che venga presto settembre

(Guido Catalano)

10 maggio 2010


- è una voliera
- una voliera?
- sì
- e a cosa serve?
Hervè Joncour teneva fissi gli occhi su quei disegni
– tu la riempi di uccelli, più che puoi, poi un giorno che ti succede qualcosa di felice la spalanchi, e li guardi volare via.

A. Baricco
Seta

5 commenti:

  1. vabbeh, stavolta devo ammettere che mi è piaciuta la frase

    RispondiElimina
  2. .. tutto il libro è molto bello, a dir la verità.. l'ho riletto recentemente, a distanza di anni e obiettivamente devo dire che se non fossi già stata una fan lo sarei diventata.. ci sono cose.. boh?.. forse periodi.. capaci di arrivare.. ma oltre l'effetto, dico.. è d'una lentezza straordinaria, questo libro.. una di quelle storie che se non fossero così talmente sé stesse nella loro ripetitività uno sarebbe portato a dire 'eccheppalleperò'.. e invece ha un nonsoché.. tipo capitoli che si distinguono per un nulla.. una virgola che prima mancava, un respiro che era stato trattenuto, uno sguardo sul diverso, un sorriso che affiora sul volto di chi è solito sorrider solo dentro.. una fine del mondo che alla fin fine smette d'essere invisibile.. è quel nulla lì che è meraviglia.. e tu vorresti che non finisse mai.. come il ritornello d'ogni canzone che non sia cantata in playback.. come.. eheh.. perchéno?.. anche come ritrovar qui la mascella volitiva d'un gary la cui cupezza non è che distillato d'umanità.. :)

    RispondiElimina
  3. sefossihervè, ogni giorno, avrei una voliera da riempire, una voliera da spalancare...
    sefossivento, ogni giorno avrei uccelli da guardar volare via...
    sefossime avrei sorrisi da inchinare a te...
    come, ogni giorno, ho...
    ˜
    [f]

    RispondiElimina
  4. mistral così mi commuovo, lo sai che sono gigante sì ma dai piedi d'argilla

    RispondiElimina
  5. f: sefossimigliore saprei riempire, guardar volare, veder sorridere.. sonome.. so solo mettere in fila tanti nonso..
    grazie :)

    r: la commozione ti dona un tot.. :)

    RispondiElimina