.

.

.

02.09.15

"donde no puedas amar, no te demores"

(kahlo)

9 giugno 2010

..
un che di fondo vuoto sento (dentro) guizzare capi che magari son poi code (impossibile dirlo) di tra le sfitte reti di costole solo nozionisticamente posizionabili in questo qui di male che male poi non è, ma altro.. credo solo fluire e di quello dispiacere in scivolata.. la scia non è che proprio solo bruci.. in mezzo trovano sede, ma mobilissima, inquantificabili brividi che per comodità provo a chiamare tot.. mica rispondono.. si limitano a quell’incessante brrrrr..
che è poi la cosa che rende illimitati..
limitarsi, dico..
(forse)..

Nessun commento:

Posta un commento