.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

14 luglio 2010

..
non sapendo se credere di più all’ante, al fatto o al post che lo descriveva tentai un improbabile testa o croce che d’alcuna terza opzione mai s’era preoccupato.. ma non importa.. ché il podio è fatto di gradini mentre la verità d’inverse spirali senza pupille nelle quali indovinare il cartasassoforbice (volendo lasciare a sé stesse le facce d'ogni medaglia mentre ci s'arrende a una ben più ragionevole e sfaccettata morra) che verrà.. è proprio così, la verità.. eppure l’occhio del suo ciclone è il luogo più calmo ch’io abbia visitato in vita mia.. pur senza comprenderlo, peraltro..

4 commenti:

  1. piovono rane
    (tutt'intorno)

    RispondiElimina
  2. (... e improbabilmente cos'è uscito?... cresta o toce?)
    ˜

    RispondiElimina
  3. .. devo essermi dimenticata di recuperare la moneta.. forse è caduta improbabilissimamente in piedi..
    :)

    RispondiElimina