.

.

.

02.09.15

https://www.youtube.com/watch?v=kQha5einETw

Avrei bisogno di un po’ di riposo, dice il dottore.
Ne avrei bisogno in effetti, hai ragione doc
e anche tu
anche tu ne avresti.
E avremmo bisogno
di un po’ di gatti
qualche pillola colorata
un po’ di pace
una bici nuova
probabilmente baci
un bunker antiatomico
avremmo bisogno di qualcuno
di qualcuna
che domani pensi a noi nella battaglia
e avremmo bisogno di un po’ di aria pulita
di penombra
un po’ di vino bianco fresco
avremmo bisogno di un po’ di carezze
magari di fare un po’ all’amore
avremmo bisogno
che qualcuno abbassi l’aria condizionata
e avremmo senz’altro bisogno di un po’ di silenzio
un po’ di buona poesia
e un po’ di buona musica
di lenzuola pulite
e un nuovo cuscino
e avremmo bisogno
che lei la smettesse di guardare
di nascosto in continuazione
quel cazzo di telefono
mentre siamo a pranzo assieme.
Di cos’altro, doc?
Un po’ di gentilezza, certo
un paio di pantaloni nuovi
– non trovi che in giro
ci sia un’incredibile mancanza di eleganza? –
e che venga presto settembre

(Guido Catalano)

23 agosto 2010

..
trance..
ammaliamento da rotolar di sassolini..
distanza verticale.. ne danno misura ignota certi addii mai consumati.. ti viene da fare un passo, allora.. e dentro quel gran vuoto se è o sarà più lungo della gamba ben poco importerà.. la volontà c’entra sempre, certo, ma anche il ma dell’impotenza.. ci sono giorni in cui t’affidi alle maniere buone.. a capoversi che di bello e potente hanno riccioluta maiuscola e roccheforti disegnate a forma di rientranza.. poi finisce sempre che incontri un dittongo.. personificazione karmica di fatalità.. il resto non è tanto storia quanto inalterabile conseguenza.. le gommose alla frutta le devi masticare.. il dittongo lo devi inciampare.. è così.. non c’entra il se né il mi pare.. ci sono vite il cui unico sollievo consiste in questo.. che ve ne sia o meno consapevolezza..

Nessun commento:

Posta un commento