.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

28 agosto 2010

..
solo ieri sera mi sciorinava parole, mente, allora che aggrappata a un che di veglia, ma sommersa, nel foderarsi d’ovatta frontiere, a quelle poi s’appoggiava con urti dolci ma senza rimbalzo alcuno.. non spinta sufficiente né avvertita di quella mancanza in tutto tal accostarsi al nulla rapidamente espresso del suo decomprimersi.. destata che fui poi tutto s’era dissipato e il me con esso, ché in esso ogni ragione di sé ritrovava.. è questo il come si è solo quando d’essere non ci si cura.. mai fui felice quanto nell’assopimento.. deserto d’incostanti dune che al proprio cangiar sì avvezze siano diventate da non rinunciare al piacere mappe di tracciare..

4 commenti:

  1. ma se uno si fodera d'ovatta frontiere, chi glielo fa fare poi di oltrepassarle, io continuerei a pogare tra le pareti morbidose . Un sorriso grandissimo M. :)

    RispondiElimina
  2. eheh.. erano anni che non sentivo il termine 'pogare' (ai miei tempi ero campionessa).. ricambio di cuore il sorriso(ne) :).. mil

    RispondiElimina
  3. Perdersi per ritrovarsi nuovo e vecchio, in tutt'uno con l'Io sopito dal tempo passato

    RispondiElimina
  4. .. nientedinuovotrannel'affittoperme :)

    RispondiElimina