.

.

.

02.09.15

"donde no puedas amar, no te demores"

(kahlo)

4 settembre 2010

..
e accadde poi, in mezzo al gran vociare della festa che molto al di là dell’al di qua da venire era, che di certi versi il declamare udissi..
e allor che rapita dal sentiero tosto deviai (per a quel sussurro d’apparenza immaginato regalare un volto umano cui appigliar ricordo di domani) in uno spazio immenso che a folla di riempire non riusciva di ritrovarsi al me capitò..
incanto volle però risolvere da sé del dopo la questione, il dopo relegando in un qui e ora che ora e qui al nulla vado a consegnare..
(tiè.. è solo un pensierino che ha perso per la strada la sua ricorrenza)..

5 commenti:

  1. vorrei che fossero tutti così i pensierini che per strada perdono la loro ricorrenza...

    RispondiElimina
  2. "ricorrenza", secondo me, è un bel nomignolo.
    (da autoaffibbiarsi)

    RispondiElimina
  3. u: :)

    a: uhm.. non so.. troppe sillabe, direi.. finirebbe storpiato in un sottonomignolo.. se proprio ne dovessi scegliere uno opterei per 'ape' (non c'entra e magari nemmeno mi si confà, ma stamattina mi sento abbastanza irriverente da fregarmene della coerenza)..

    RispondiElimina
  4. ape andrà bene per te.
    ricorrenza era per me!
    ok .. ricorrenza è troppo lungo? vado per ricorre: esprime incoerente dinamicità.

    RispondiElimina
  5. .. eheh.. ragazzo mio è che sò egocentrica sò.. sennò avrei capito che ti riferivi a te.. facciamo ric sennò finisce che mi scordo peggio de 'nachitara ;)

    RispondiElimina