.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

21 ottobre 2010

appearance..

..
me lo merito, sai, questo sole che sembra acquerellato..
che l’aria non riesce a scaldare..
che l’occhio lascia scontrarsi contro un’evidenza decisa da ben prima del suo schiudersi..
che l’osservi da sotto un sottovuoto e te li figuri di un certo numero i gradicentigradi..
che ti vien voglia di sciogliertici come se fossi diventata tu, tutta intera, quel ghiacciolo che ti batte contro le costole..
sapore di limone..
dolce..
com’è bella vita quando sa farti imparare ad accettar le sue (le tue) contraddizioni..

foto: already been there by ~foximilq

2 commenti:

  1. lo meriti.
    (e non da ora)

    RispondiElimina
  2. .. era un sole bellissimo, quello di ieri :)..

    RispondiElimina