.

.

.

02.09.15

"donde no puedas amar, no te demores"

(kahlo)

16 gennaio 2011

strugge, bellezza.. e scanta..

..

 una virgola sul tempo

che c’inciampa..
 

bastante quanto basta al basta, 

 

ch’altro non è poi se non d’ogni orgasmico raccontarsi


 
l’arrotolamento su dense pause,





antagoniste atipiche di reiteranti 

 

fraintendimenti..





una virgola sul tracciato immobile del tempo..





sufficiente..


come pietra che sulla terra avanzi dell’avanzar diritto..





emersione da nulla..




millimetrico spessore..

 
eppure..

(sufficiente)..


6 commenti:

  1. audrey.
    indubbiamente :-)

    RispondiElimina
  2. .. stavo per toglierla.. sì.. lasciarci il bianco.. ma lasciarcene tanto.. pensavo a quanti 'a capo' ci sarebbero voluti per ottenerne una pagina che finisse con 'sti versi.. non c'è cosa più bella del bianco.. o della poesia.. oggi penso così..
    .. e poi.. beh.. mi sono perdutamente innamorata della voce di gassman (tu no?)..
    (ps. audrey era un'altra cosa.. indubbiamente :)

    RispondiElimina
  3. la luce ha un colore predominante?

    RispondiElimina
  4. .. ohi.. è una domanda difficile.. per evitare di dilungarmi che poi esce un trattato dirò che io nel bianco ci vedo tanti puntini neri che premono per riunirsi.. oltre che, naturalmente, tutti i colori dello spettro (buuuuuuh :)

    RispondiElimina
  5. e che fanno insieme? :-)

    RispondiElimina
  6. .. i puntini?.. quando si uniscono?.. immagino facciano cucù (ehm.. il gesto dell'ombrello se proprio la lotta è stata dura) a tutto 'sto bianco :)

    RispondiElimina