.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

27 marzo 2011

chiuderegliocchinonhamaicambiatoniente..

foto originale : the autumn wind. by ~wallposterstar

6 commenti:

  1. aprirli farebbe differenza?

    RispondiElimina
  2. che dici facciamo come la volpe?.. da piccola mi raccontavano favole dove c'era sempre (ma dico sempre) una volpe che dormiva con un occhio aperto ;)[trovo somigli anche un po' a quel 'prudenti come serpenti e semplici come colombe' che qualcuno disse un dì]..

    RispondiElimina
  3. (non ci son più le favole a lieto fine di una volta. non ci son più le favole. non credo più ad un lieto fine.)

    RispondiElimina
  4. .. già.. curioso come proprio da stasera nemmeno io ci creda più.. forse fa bene non crederci più.. forse serve solo che qualcuno sappia raccontarne una in un modo diverso per ricascarci.. forse però sarebbe meglio che quando s'è deciso di non crederci più ai propri propositi si tenesse fede.. comunque non ci credo più e sinceramente spero che duri :)

    RispondiElimina