.

.

.

02.09.15

https://www.youtube.com/watch?v=kQha5einETw

Avrei bisogno di un po’ di riposo, dice il dottore.
Ne avrei bisogno in effetti, hai ragione doc
e anche tu
anche tu ne avresti.
E avremmo bisogno
di un po’ di gatti
qualche pillola colorata
un po’ di pace
una bici nuova
probabilmente baci
un bunker antiatomico
avremmo bisogno di qualcuno
di qualcuna
che domani pensi a noi nella battaglia
e avremmo bisogno di un po’ di aria pulita
di penombra
un po’ di vino bianco fresco
avremmo bisogno di un po’ di carezze
magari di fare un po’ all’amore
avremmo bisogno
che qualcuno abbassi l’aria condizionata
e avremmo senz’altro bisogno di un po’ di silenzio
un po’ di buona poesia
e un po’ di buona musica
di lenzuola pulite
e un nuovo cuscino
e avremmo bisogno
che lei la smettesse di guardare
di nascosto in continuazione
quel cazzo di telefono
mentre siamo a pranzo assieme.
Di cos’altro, doc?
Un po’ di gentilezza, certo
un paio di pantaloni nuovi
– non trovi che in giro
ci sia un’incredibile mancanza di eleganza? –
e che venga presto settembre

(Guido Catalano)

15 maggio 2011

ludienzaètolta..

..
e sotto questa pioggia non sarebbe tanto bello pedalare senza la consapevolezza pur scontornata e senza prove a suffragio che è proprio lì sotto, sotto la pioggia, dico, che il sole c’è.. sarà che il sonno dei mostri non genera ragione ma una sorta di fede che non crolla.. oppure sarà una stanchezza elementare di quest’amore per il dettaglio.. e sarà che quando s’è stanchi di provare amore, sia esso per qualcosa o per qualcuno o per qualcuno che si finisce col considerare qualcosa o per qualcosa che si finisce col considerare qualcuno, non è che si smetta di provarlo.. solo s’inizia a sapere d’esser stanchi.. il che è poi una specie di condanna.. che a volerla definire sarebbe senza condizionale.. è solo sotto questa pioggia che il sole c’è..

Nessun commento:

Posta un commento