.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

9 maggio 2011

unodueics..

..
spenta.. attraverso un giorno che più acceso non si può..
e adesso vorrei che le ore non passassero più.. tanto per rifarmi, come per una rivincita dal sapor di almeno patta.. la devo smettere di vedere il mondo come un’arena?.. e tutti dividere in vincitori e vinti?.. boh?!.. sarà.. io per quel che mi riguarda ettore è un vincitore.. e tutte le volte che leggo o vedo qualcosa che parla del suo duello con achille faccio il tifo per lui come se non sapessi com’è andata a finire.. a parte che son già morti tutti e due e che se anche fossero stati dei pantofolai ormai sarebbero polvere (che poi mica lo so se sono esistiti veramente).. comunque ettore è più vincitore di achille.. tiè.. va’molà..
mi faceva un sacco pena quell’andromaca.. poraccia.. (anche se poi avrà avuto meno mutande da lavare [ma c’erano già le mutande?].. perché a me andromaca mi sapeva di quella che alle serve gli faceva fare il meno possibile.. mica sono sicura.. solo me la immaginavo così.. che diceva alla tata ‘giù le mani dalle mutende di ettore.. gliele voglio lavare io! {porcatroia}' [questo sottovoce sennò la scomunicavano])..

Nessun commento:

Posta un commento