.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

9 maggio 2011

unodueics..

..
spenta.. attraverso un giorno che più acceso non si può..
e adesso vorrei che le ore non passassero più.. tanto per rifarmi, come per una rivincita dal sapor di almeno patta.. la devo smettere di vedere il mondo come un’arena?.. e tutti dividere in vincitori e vinti?.. boh?!.. sarà.. io per quel che mi riguarda ettore è un vincitore.. e tutte le volte che leggo o vedo qualcosa che parla del suo duello con achille faccio il tifo per lui come se non sapessi com’è andata a finire.. a parte che son già morti tutti e due e che se anche fossero stati dei pantofolai ormai sarebbero polvere (che poi mica lo so se sono esistiti veramente).. comunque ettore è più vincitore di achille.. tiè.. va’molà..
mi faceva un sacco pena quell’andromaca.. poraccia.. (anche se poi avrà avuto meno mutande da lavare [ma c’erano già le mutande?].. perché a me andromaca mi sapeva di quella che alle serve gli faceva fare il meno possibile.. mica sono sicura.. solo me la immaginavo così.. che diceva alla tata ‘giù le mani dalle mutende di ettore.. gliele voglio lavare io! {porcatroia}' [questo sottovoce sennò la scomunicavano])..

Nessun commento:

Posta un commento