.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

9 luglio 2011

delcaos(casistiche)..

..
sbuffo di vento e divento di chi m’è tuttora costola arteria femorale e pollice opponibile al contempo, atrofizzato polmone laddove l’essere in questione, per ancor l’esser suo lasciar essere senza voler perire [dato che, sia per scelta o no, l’ambiente in cui esso s’addentra più gli s’addentra, facendosi(facendolo) sommerso], di branchia abbisogna..

2 commenti:

  1. sarà il caso che la smetti di frequentare anatomopatologi.

    RispondiElimina
  2. sìno.. è che ho riletto un libro che parlava d'evoluzioni :)

    RispondiElimina