.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

9 novembre 2011

..

mi calo nel personaggio.. non la strega cattiva.. magari la strega indisposta, dai.. la strega che le è rimasta sullo stomaco la crostata di mele.. la strega acidella che come sbadatamente scocca dopo aver letto un po’ per gioco un po’ per noia ‘lo zen e l’arte del tiro a frecciatine’.. mi domando se ci sia chi si sente stupido almeno a volte quanto mi sono sentita stupida io ogni volta prima di comprendere che molto del tutto che c’è è una stupidata e che quindi sono sempre stata in linea pure senza la weightwatchers.. non sono strega.. neppure acida.. i sorrisi ad arte non li piazzo e semmai mi capitino piazzati non accade comunque a sottintendere alcuna aspettativa di far sentire alcuno in alcun modo tra i mille modi possibili nei quali si possa mai sentire.. mi piace essere arrivata a capire cosa conta e cosa no.. mica in generale.. per me, dico.. per questo ci sorrido su.. alla stupidità che è stata ed è soprattutto mia fa bene essere stropicciata insieme a guance che sollevano angoli a angoli che sollevano zigomi a zigomi che creano anse e a anse che cancellano ansie..

6 commenti:

  1. le streghe, quelle vere, si riconoscono proprio dai sorrisi ad arte.

    RispondiElimina
  2. (e figurati se san fare una crostata come si deve)

    RispondiElimina
  3. .. io sulle crostate ci disegnavo il plastico della casetta di marzapane.. sarà il caso che inizi a preoccuparmi :!?

    RispondiElimina
  4. psstpsst:
    http://www.youtube.com/watch?v=pTqKZjPgmys
    (hai creato un mostro)..

    RispondiElimina
  5. neppure se mi trasformi in un ro .. principe azzurro!

    RispondiElimina
  6. .. ti bacioooooo :D
    emmo' so' cavoli :))

    RispondiElimina