.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

24 novembre 2011

sunnylies..

..
origlio i soliloqui d’un sole sfacciato.. mi piace il suo modo di far sembrare vero persino che in fondo da qualche parte il mulinobianco debba esistere.. mi riempio di un’eccitazione motivata solo da questo non-evento (volendo escludere l’ansia anticipatoria e pruriginosa di chi s’appresta ad apprendere da fedor se i fratelli karamazov andassero d’accordo [tra loro, con lui.. con me])..
(moboh?)..

2 commenti: