.

.

.

02.09.15

"donde no puedas amar, no te demores"

(kahlo)

6 giugno 2012

1014

.. l’inesatto fluire mi rende difficili gli attacchi.. come se trovarsi non fosse se non "nel mezzo di".. una situazione, un discorso, un pensiero.. iniziati prima di me e indifferenti alla di me casuale causalità, per tacere dell'inevitabile dipartita.. l’accidente di trovarmi ad occupare una panchina, per esempio, mi capita e basta, senza che il percorso per il quale ci sono arrivata arrivi ad apparirmi chiaro né punto sì interessante da giustificare ulteriori indagini a riguardo.. è invece il muto, rapido e non meno testardo (tanto da apparire assediante) avvicinamento di reminescenze a occuparmi il perimetro dei dovequandoeperché mentali.. frasi e stati d’animo lontanissimi dal tempo che è il mio adesso e che una specie di poltergeist (olfattivo per lo più) scatena in parodie di ubiquità destabilizzanti per certe (devo dire provvidenziali) amnesie.. distraendomi dai ricordi mi salvo i domani, o così pare.. sarà che poi non ci si salva mai completamente.. o magari a forza di dimenticare ci si dimentica anche il know how dell’autoconservazione.. sono sempre contenta quando resto spiazzata alla domanda ‘cos’hai mangiato ieri?’.. è una specie di rivalsa.. piccola, sì.. ma le rivalse piccole sono le migliori..

6 commenti:

  1. insalata .. I suppose.

    RispondiElimina
  2. probabile.. gli ultimi esami evidenziano un drastico calo di bidodici (so che ami tenerti aggiornato a proposito) :)

    RispondiElimina
  3. ricambio con una ferritina ai minimi: mi hanno declassato a 3 donazioni! ci facciamo una bistecchina?

    RispondiElimina
  4. .. sì ma non di cavallo.. ero un cavallo nella mia vita precedente.. un cavallo non cannibale, dico.. :)

    RispondiElimina