.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

20 giugno 2012

1024

.. ci sono certe note leggere che non sempre avverto.. appena percettibili anche ora, come acutizzatori di senso dispettosi.. lì in mezzo c’è il mio non essere infinita..
che ci si svegli sempre quando ancora non è domani?..

” non è detto che sia tardi se non guardi che ora è. “
(er)

Nessun commento:

Posta un commento