.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

2 agosto 2012

1058

.. difficile l’individuare il proprio sfondo.. l’anima si chiazza ché è credo sua natura abbracciare certi vuoti di luce se solo luce domanda il cimento di farsi di figure moltitudine.. intervalli di bianco che separano contorni.. questo è il mondo visto dal di dentro..

Nessun commento:

Posta un commento