.

.

.

02.09.15

"donde no puedas amar, no te demores"

(kahlo)

9 settembre 2012

1073

predictability by ~unresponsive

.. il bianco del braccio ripiegato si staglia sulla notte.. miriadi di punture in movimento carico, i globuli si sgomitano posti nelle vene.. non è che siano veramente o bianchi o rossi come dicono.. la maggior parte sì, ma mica tutti.. amo il malinteso degli specchi transitori.. tipo vetrine o parabrezza, retrovisori o vetri qualunque.. lo amo perché lascia ch’io rida di lui come non sono mai riuscita a fare con altri che mi avevano preteso qualche legame d’emotivo incanto.. forse non è che rida per la mancanza di nodi.. sarà più per il fatto di essermi r(i)assegnata all’assenti coordinate.. (se fossi muschio dove crescere non lo saprei).. allo stesso modo non so amare che per motivi-e-motivi che poi si rivelano malintesi solo quando i globuli hanno ormai percorso tante di quelle vene da averne i piedi gonfi e inesistente la voglia di dispiegar cartine.. o di fermarsi a chiedere informazioni a qualche piastrina di passaggio..


Nessun commento:

Posta un commento