.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

4 settembre 2013

.

disadattata alla morfologia dell’oltre la bidimensionalità.. lamento carenze d’affetti, ma sono poi solo pieghe a lasciarmi spaurita, ché più non le sa classificare l’intelletto.. le manca come d’un soffio, ma sufficiente, l’occhio.. così che la loro presenza è comunque latitanza.. eppure quanto travisata..

Nessun commento:

Posta un commento