.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

22 giugno 2009

aria..

..
sospiro..
..
è aria che scende..
e che entrando.. lenisce..
trattengo..
lacrime e passato..
e aria..
e desideri a scomparsa..
ma non trovo più rientranze sufficienti a contenermi..
e già mi sembra troppo, questo spazio..
..
sospiro..
..
è aria che scende..
e che uscendo.. brucia..
lascio andare..parole e ricordi..
e aria..
e significati su se stessi ripiegati..
ma fanno un tale rumore, i miei passi nella stanza..
e già mi sembra troppo poco, questo spazio..
..
ora..
vorrei solo non aver mai imparato..
a volere..
(a respirare?)..
..
ora..
non posso che traboccare del solo tutto che nel bruciar
lenisce..



(aria)

Nessun commento:

Posta un commento