.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

18 agosto 2009

simil-dilemmi..

..
ci sono giorni in cui non mi è facile saper guardare la vita al di là della mia propria malinconia..
..
allora accade ch’io sia triste..
ma non esattamente d’una tristezza ‘vera’..
..
capita ch’io sia triste d’una tristezza che sembra essermi stata dipinta addosso da un (a suo modo) ironico artista il quale, come per qualche superiore (forse destinale?) distacco, avesse finito col ripudiare, suo malgrado, la propria stessa opera..
..
ma, domani, saprò?..
..
saprò distinguere, domani e il giorno dopo, ciò che solo sembra da ciò che proprio è?..
..
e..
se anche non avessi nulla da dire..
e..
se anche non avessi nulla da offrire..
e..
se anche l’altrui rifiuto arrivasse a tingersi d’infinita, inespiabile condanna..
..
almeno finché avrò a essere..
nonostante tutti i 'se'..
giustappunto..
giustamente..
giusto.. (essere..)
saprò?..
..
e, se sì..
saprà bastarmi?..
(saprò bastarmi, io?..)
non sono mai davvero triste..
(quando sembro triste..)

(non solo..)

3 commenti:

  1. anche a me capita di non saper dstinguere se sono triste,o se mi fanno diventare tale..forse perchè non conosciamo davvero cosa significhi essere tristi..credo solo in un mezzotempo di umore..un transito..infinito e statico..impercepibile nulla..
    qui e oltre..
    a che?
    a me?
    a gli altri?
    a quel che non riiusciamo a cogliere..
    e che forse non coglieremo mai..
    o forse si..

    RispondiElimina
  2. Non sono quasi mai triste...se non per cause esterne a me...mi inalbero raramente...e questa si è una sensazione che mi rattrista...mi rattrista il fatto che qualcuno possa portarmi a rispondere male...a trattare male...si mi rattrista essere caduta così in basso e non essere superiore agli eventi...e rispondere col sorriso...come si dice...sono una donna non sono una santa...non lo sono mai stata...s&a*****

    RispondiElimina
  3. x u : forse sì..

    x a : eheh.. nemmeno io.. e anche a me infastidisce il non riuscire, a volte, a sorvolare su certi atteggiamenti.. s&a*****

    RispondiElimina