.

.

.

02.09.15

https://www.youtube.com/watch?v=kQha5einETw

Avrei bisogno di un po’ di riposo, dice il dottore.
Ne avrei bisogno in effetti, hai ragione doc
e anche tu
anche tu ne avresti.
E avremmo bisogno
di un po’ di gatti
qualche pillola colorata
un po’ di pace
una bici nuova
probabilmente baci
un bunker antiatomico
avremmo bisogno di qualcuno
di qualcuna
che domani pensi a noi nella battaglia
e avremmo bisogno di un po’ di aria pulita
di penombra
un po’ di vino bianco fresco
avremmo bisogno di un po’ di carezze
magari di fare un po’ all’amore
avremmo bisogno
che qualcuno abbassi l’aria condizionata
e avremmo senz’altro bisogno di un po’ di silenzio
un po’ di buona poesia
e un po’ di buona musica
di lenzuola pulite
e un nuovo cuscino
e avremmo bisogno
che lei la smettesse di guardare
di nascosto in continuazione
quel cazzo di telefono
mentre siamo a pranzo assieme.
Di cos’altro, doc?
Un po’ di gentilezza, certo
un paio di pantaloni nuovi
– non trovi che in giro
ci sia un’incredibile mancanza di eleganza? –
e che venga presto settembre

(Guido Catalano)

6 settembre 2009

zero..

..
penso allo zero..
così..
ci penso così..
oggi lo zero s’è fatto largo sgomitandomi nella mente..
mi fa : ‘hey.. ci sono anch’io..’
eh già..
c’è anche lo zero..
c’è e mi piace..
mi piace la sua aria da cerchio..
quel suo esser nulla diviso appena da altro nulla..
è perfetto, lo zero..
anche più del quattro..
(scusa, quattro.. ma sai com’è.. la donna è mobile.. fattene una ragione e immedesimati nel Rigoletto.. ti passerà..)
oggi lo zero mi prende talmente che se lo avessi qui ci farei l’hula hoop.. così.. per provar l’ebbrezza di vederlo cadere ai miei piedi.. (mai riuscita a far girar quel cerchio per più d’un nanosecondo..)
va a finire che pure lo zero è mobile.. muto d’accento e di pensiero, quello di sicuro..
la donna muta..
lo zero è muto..
e va bene così.. a ognuno le mutevolezze sue.. la democrazia non dev’essere un’opinione..
..
è perfetto, lo zero..
mi sa di rinascita e di..
boh?.. forse reset..
insomma.. una specie di pulizia di primavera anche senza tanti marzo di mezzo..
..
mi piace tanto che oggi, quasi quasi vorrei esser lui..
che poi.. essere uno zero, sembra, ma mica dev’esser facile..
me lo immagino come andare a cena e finire sempre a capotavola.. lì.. col riflettore puntato..
e poi ti tocca pure assaggiare il vino.. così che la buona riuscita della serata dipende tutta dal sommelier che alberga in te.. insomma.. una bella responsabilità..
eppure tu lo vedi.. è calmo.. indifferente.. rotondo ma non troppo.. un po’ bislungo, forse per far veder che conta..
sì.. ma conta gli altri.. ché lui, come numero, si basta da sé..
..
l’hanno capito anche in banca..
infatti ora lo metton dappertutto..
davanti a interessi, spese e percentuali..
arriva sempre ancor prima del primo..
..
mi ci son voluti anni e anni di inutili riflessioni per capire che per esser qualcuno, basterebbe riuscire a essere uno zero..

(sì.. ma esserlo del tutto e per bene..

sennò smette di contare..)

7 commenti:

  1. Lo zero è la sfida, è quella mancanza che si deve colmare, il Karma, ecco, noi numerologi strampalati lo chiamiamo così ;) Il quattro è la razionalità, l'organizzazione, un numeretto noioso (ma necessario) direi che io, personalmente, ho in difetto :/ Come vedi,mia cara Milena, anche lo zero ha il suo peso e che peso :) il peso di un colpo di vento attorcigliato sulla sua bocca aperta urlante (sì, dai, vediamolo alla Munch;) ) Un bacio e buona domenica ;)

    RispondiElimina
  2. W lo 0 quando sei in banca, come uno 0 quando sei stanca, se poi sentissi che qualcosa manca pensa allo 0, che non si lamenta...

    RispondiElimina
  3. a naima : ah.. pensa.. io mica lo sapevo.. a me è sempre piaciuto il quattro.. per quella sua (prodiga.. due per uno is mei che uanperuan) imparzialità.. si vede che è ora di vento.. se ha da calmarsi, si calmerà.. se ha da colmarsi, si colmerà.. una bacio a te.. m.

    a davide : eheheh.. che fai?.. diventi poeta?.. e a rispondere alla storia della morale aspetti di aver racimolato almeno dieci ipotesi?

    RispondiElimina
  4. stavo per paragonare lo zero all'uomo..
    ma a pensarci bene,lo zero è perfetto,e quindi sarebbe stato un errore fare tale accostamento..
    si guardi nella sua forma,parte da un punto,e si riconcilia in esso..straordinario..

    RispondiElimina
  5. sì, ukiyo.. ora come ora pare straordinario anche a me.. ti sorrido.. m.

    RispondiElimina
  6. Sono d'accordo con Ukiyo... lo zero un numero neutro, puro e da lui inizia tutto. Non pensavo di poterlo mai dire... ma leggendo il tu post vorrei essere anche io uno zero ;)

    Complimenti per il blog e per la grafica ...le foto sono stupende

    Clelia

    RispondiElimina
  7. grazie clelia.. sono solo foto prese dalla rete.. anche il tuo blog è molto interessante.. tornerò a trovarti là.. I really need to improve my english.. un sorriso a te.. milena

    RispondiElimina