.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

2 ottobre 2009

fermate..

..
non c’è un posto dove veramente mi raggiungo..
m’accorgo di restare immobile, spesso..
che è poi una sensazione che l’immobilità trascende, ché immobilità (solo) non è..
sono ferma.. ma ferma dentro..
eppure..
non è come per aspettare..
somiglia a una specie di morte..
quando il me smetto di toccare..
e penso..
(non c’è più nulla da vedere.. siamo arrivati alla stazione.. i panorami più belli già sono scorsi attraversandoci in lampi che nello sfiorarci ci hanno come.. consumato..)
ecco..
alla fine invece forse il problema è che mi son raggiunta..
e non ho trovato nulla..

4 commenti:

  1. "mi son raggiunta..e non ho trovato nulla.. " impossibile

    RispondiElimina
  2. uh, ma che cavolo ho scritto in questo post?.. certo che quando lagno lagno.. è che in questa stagione mi piglia una voglia esagerata di letargo.. in ogni caso il plesso solare, sollevato dalla lusinga, ringrazia.. :)

    RispondiElimina
  3. ed è gia ora di scendere.
    a.

    RispondiElimina
  4. eh, già.. 'si sta come d'autunno sugli alberi le foglie'.. giuseppe, lo sapeva.. mica ci si può continuamente illuminare d'immenso.. sennò sai te che noia!.. un sorriso.. m.

    RispondiElimina