.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

10 ottobre 2009

fini..

..
ogni fine ha (più o meno) sempre lo stesso inizio..
una effe seguita da una i.. se chi la pensasse, lo facesse in italiano..
ma se, d’altra parte, anziché d’una sola fine, fosse di due o più che si dovesse discutere.. e se?.. se di quella plural parola si cominciasse a leggere, spostandosi in contraria direzione, l’epilogo.. ecco che certo si scoprirebbe come tutte le fini nascondano in sé vari quanto inaspettati inizi..
è solo la storia del ‘si chiude una porta si apre un portone’, ma detta diversa.. e con un sacco di ‘se’ a precedere ogni periodo..
ma se io non mettessi avanti a tutto tutti questi se, non sarei poi io..
e magari non mi scoprirei capace d'un tratto e senza preavviso di ricominciare a soffiare dentro bolle di pensieri e quelli riuscire a veder volare al di là del loro esistere tridimensionale..
per capire in questo modo come, per contro..
non ci sia invece alcun inizio che rechi in sé (più o meno) sempre la stessa fine..

6 commenti:

  1. eh gia'.. mi sono mancati molto questi viaggi inseguendo le tue parole, trovandomi alla fine con il cervello annodato ..

    RispondiElimina
  2. gary : finché s'annoda solo non c'è da preoccuparsi..

    f : ¤

    RispondiElimina
  3. se metti davanti al portone aperto dopo che si è chiusa la porta troppi se, puoi non farcela ad entrare. :/ un appunto d.

    RispondiElimina
  4. dark0 i tuoi appunti sono sempre acuti e invitano a ulteriori riflessioni.. un sorriso a te (che non ammette se).. :) m.

    RispondiElimina