.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

6 novembre 2009

constatazioni..

..
ipoteticamente stabili le mie discese a compromessi non del tutto digeribili..
di sostanziale incostanza avvolti i presunti contenuti..
nel confronto tra dichiarata generosità e potenziale ricatto oscilla (a volte) di ragione il dubbio come per un imprevisto disorientamento..
ma mantenedo in apposita sede il cuore (e saldo), di ben più obiettivo e saggio distacco l’ascolto infine.. saggio..
si direbbe amaro..

(non necessariamente cattivo)..

Nessun commento:

Posta un commento