.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

4 dicembre 2009

assoluto..

..
amo questa stanchezza (è così.. mia..) che mi fa accettar l’essere di guardare unicamente di sottecchi..
pronta gli occhi a redimere con consolante buio, allorquando, provata dall’immensa fatica d’un equilibrio vestito coi panni di giustizia, finalmente avverta d’essere..
stanca..
ho parole che rimbalzano su sé stesse..
ho giorni che son capitoli senza avere in quelli.. voce..
sono solo un playback mal assortito..
sintesi (im)perfetta..
media matematica tra tutto quello che ho desiderato scoprirmi d’essere in qualcuno.. e quello che non sono..
stata..
ho un profondo anelito di morte che mi chiede d’esser reso a questa (così poco.. mia..) vita..
è così..
così assoluto..
sì.. è così..
nel suo continuo prendermi e lasciarmi è così..

(assoluto e mio)..
(12/12/09)
foto: simplicity is key by amornomore

Nessun commento:

Posta un commento