.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

29 dicembre 2009

paesidellemeraviglie..

..
alla fine mi è andata bene..
il non essermi accorta di sentirmi male, dico..
l’esser stata benedetta dal tempo pieno..
quello che se hai un doloretto è il meglio del meglio degli acidiacetilsalcetilici..
sì insomma, l’amico fritz, all’anagrafe ‘grandaffare’..
e mentre stavo con lui e l’un l’altra ci passavamo vicendevolmente intraducibili impulsi elettrici non ci pensavo..
ora.. dire al cosa è un po’ complicato.. giusto un po’..
ma ci provo, va’..
non pensavo a tutto quello a cui pensavo che avrei pensato e che pensando che non lo stavo pensando già di non pensarlo un po’ mi rallegravo un po’ m’impaurivo (non) pensando che mai lo avrei più pensato pur (e proprio) nel pensare che non lo stavo affatto pensando..
ecco..
ora è tutto molto più chiaro..

(davvero)..

foto: alice by wredna

Nessun commento:

Posta un commento