.

.

.

02.09.15

https://www.youtube.com/watch?v=kQha5einETw

Avrei bisogno di un po’ di riposo, dice il dottore.
Ne avrei bisogno in effetti, hai ragione doc
e anche tu
anche tu ne avresti.
E avremmo bisogno
di un po’ di gatti
qualche pillola colorata
un po’ di pace
una bici nuova
probabilmente baci
un bunker antiatomico
avremmo bisogno di qualcuno
di qualcuna
che domani pensi a noi nella battaglia
e avremmo bisogno di un po’ di aria pulita
di penombra
un po’ di vino bianco fresco
avremmo bisogno di un po’ di carezze
magari di fare un po’ all’amore
avremmo bisogno
che qualcuno abbassi l’aria condizionata
e avremmo senz’altro bisogno di un po’ di silenzio
un po’ di buona poesia
e un po’ di buona musica
di lenzuola pulite
e un nuovo cuscino
e avremmo bisogno
che lei la smettesse di guardare
di nascosto in continuazione
quel cazzo di telefono
mentre siamo a pranzo assieme.
Di cos’altro, doc?
Un po’ di gentilezza, certo
un paio di pantaloni nuovi
– non trovi che in giro
ci sia un’incredibile mancanza di eleganza? –
e che venga presto settembre

(Guido Catalano)

23 gennaio 2010

ops..

..
accade in certi giorni che il giorno si riversi liquido sul pavimento del tempo dove a tentoni vado camminando eretta, a conservare una parvenza di dignità che mai mi è appartenuta.. e che mi scivoli il passo padre d’ogni dopo su quella grande pozza di frustrazione fatta di ore impercorribili se non in un sonno che già ne faccia memoria, ancor prima del loro essersi trascorrendo trascorse.. della caduta l’osso sacro non ringrazia ma il dito indice della mano destra si produce impertinente in un guizzo di forse insano estro trovando diletto nel tracciar angoli che guardino in alto come parentesi in accenni di sorrisi senza volto modellando quel materiale di tempo.. forse con l’idea balzana di non doverlo domani considerar sprecato..


foto: keep the bloom on the rose by phusaki

5 commenti:

  1. Accade anche a me. Anzi, accade di continuo come un deja vu. Che noia. E l'osso sacro duole. E l'osso è acre.

    RispondiElimina
  2. il giorno si riversa e crea figure su quel pavimento, credo valga la pena di non addormentarsi anche solo per guardarle quelle figure...
    un abbraccio :)

    RispondiElimina
  3. squil: ma sai che non l'avrei mai detto?.. che capitava anche a te, intendo.. ti ho sempre creduto uno con un sacco di alter-ego pronti a sorreggerlo un attimo prima del tonf.. ok.. ritratto.. quelli li ho anch'io.. ecco.. e finisce che ci facciamo tante belle cadute in compagnia e un bel po' di risate (che vuoi, son solidali più di certi mercati)..
    puntualizzazione: scherzo..
    due: ti sorrido..
    tre: bello ritrovarti qui..

    naimablu: non so se sono sveglia anche mentre dormo o se dormo anche mentre sono sveglia.. l'unica cosa che non cambia pur cambiando sono giusto le figure..
    ti abbraccio anch'io.. :)

    RispondiElimina
  4. Ehm... già... ma non dirlo a nessuno. Sai, ho una reputazione. :)

    Nonostante dolga, l'osso acre, ci rialziamo e continuiamo il nostro svolgimento a piè pari. A volte anche con un briciolo di orgoglio, se le situazioni lo meritano e lo consentono. Però che male...

    RispondiElimina