.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

30 giugno 2011

ultrasuoni..

..
ostinazione di cursore che lampeggia un'impotenza.. intorno, pagina.. scritta o intonsa.. resa luogo senza contesto, territorio del mancato inizio e della sconosciuta fine.. anche la gente ha contorni mobili e certe volte si presta a fonderli con altri.. perimetri sovrapposti.. che conoscono angoli ma mai a capo.. i gradi sono altresì difficili da calcolare e le distanze che la linea da sé stessa potrà arrivare a prendere imprevedibili.. le rotture marginali hanno questo di inafferrabile.. il loro essere invisibili a occhio umano.. l'orecchio invece le avverte, ecco.. lui è più fine, direi.. ma di solito solo mentre si dorme.. ché lì l'ego s'inabissa.. ché lì davvero dal tutto ci si stacca, il tutto impersonando.. (una specie di libertà)..

2 commenti:

  1. l'immis.
    (o enter)

    RispondiElimina
  2. .. vedi che per decidere i titoli devo aspettare te? :)

    RispondiElimina